Problemi cambio automatico , Come risolvere.

Problemi cambio automatico , Come risolvere.

Problemi cambio automatico? Quali sono le possibili soluzioni? Si possono prevenire i guasti?

Il cambio automatico seve a rendere la guida più semplice e più rilassante, soprattutto nei percorsi urbani più trafficati. In caso di rottura, la sua sostituzione è, ovviamente, molto costosa, risulta quindi indispensabile tenerlo sotto controllo per intervenire tempestivamente in caso di malfunzionamenti.

Per fortuna è relativamente facile capire se ci sono problemi al cambio automatico, basta fare attenzione ai primi sintomi: se l'auto dà un colpo quando si inserisce la “D” (Drive) o la retromarcia, se consuma più carburante del solito o fa molta fatica in salita, oppure se al cambio di marcia il numero di giri del motore è troppo elevato (da 300 a 1000 giri in più rispetto al funzionamento  normale), allora qualcosa non va.

Spesso i problemi ed i guasti sono causati dalla scarsa manutenzione, quindi le possibili soluzioni dei problemi cambio automatico sono interventi piuttosto semplici, come la sostituzione olio cambio automatico . Il problema più frequente, infatti, è causato proprio dalla perdita di viscosità del lubrificante.

In sostanza, le funzioni dell'olio del cambio automatico sono: lubrificare, attivare i pacchi frizione e provvedere al raffreddamento agli alti regimi. Col passare del tempo (e dei chilometri) l'olio perde viscosità e si sporca con i residui delle polveri generate dal consumo delle parti metalliche e delle frizioni. Queste polveri rendono acido l'olio, che danneggia le guarnizioni lungo il suo circuito, ed inoltre, scorrendo nel cambio, possono danneggiare le valvole od il convertitore.

Per evitare che questo accada, si deve provvedere periodicamente a cambiare olio cambio automatico , facendo attenzione a due cose:

  • La prima riguarda chi esegue il cambio d'olio. Alcune officine meccaniche provvedono ad effettuarlo dal tappo di scarico. In queso modo parte delle polveri residuali e dell'olio vecchio restano all'interno del cambio, miscelandosi con l’olio nuovo. Talvolta, dopo questa operazione il cambio automatico sembra funzionare correttamente, ma i problemi si ripropogono dopo pochi chilometri. Per evitare  problemi cambio automatico bisogna verificare che l'officina proceda al lavaggio cambio automatico prima del cambio d'olio: lavando il cambio attraverso l'apposito macchinario, il meccanico riesce a tenerlo in pressione, così l'olio nuovo spinge fuori quello vecchio e lo sostituisce completamente, eliminando anche le polveri residuali.
  • La seconda cosa a cui occorre prestare attenzione prima di procedere alla sostituzione dell'olio nel cambio automatico è la tipologia del lubrificante da utilizzare. I cambi automatici sono progettati e costruiti da aziende esterne che li forniscono alle case automobilistiche e stabiliscono anche le caratteristiche del lubrificante ottimale da utilizzare. Se si usa un lubrificante non adatto i problemi del cambio automatico non si risolveranno in maniera permanente. Occorre quindi informarsi con la concessionaria che ha venduto l'auto (o con la casa automobilistica che la produce) per sapere esattamente la tipologia di olio da utilizzare per il cambio automatico della propria vettura.

Problemi cambio automatico, come prevenire .

Una delle possibili soluzioni ai principali problemi del cambio automatico è la manutenzione. Generalmente non bisogna superare gli 80 mila o 90 mila chilometri senza effettuare lavaggio e cambio olio (anche se alcuni modelli prevedono questi interventi intorno ai 50 mila chilometri). Se si superano questi limiti di tempo, oltre all'olio bisogna cambiare anche il filtro.

Inoltre, si può procedere periodicamente ad utilizzare particolari additivi che servono a pulire sia il cambio che il circuito dell’olio. Tali additivi si dividono in pulenti e protettivi. I primi favoriscono il lavaggio del cambio automatico e del circuito lubrificante, mentre gli altri diminuiscono l'attrito all'interno del circuito. Per utilizzare gli additivi occorre ridurre i livelli dell’olio nel cambio automatico e aggiungere una quantità pari al 10% del prodotto per ogni litro d’olio.

Related Articles